Home
Venerdì 16 Novembre 2018 ore 5:28  
la citta>ciaf e paas
Torna alla pagina precedente Immagine decorativa
CIAF e PAAS
  • logo Associazione Internazionale Città Educative

  • immagine

  • immagine

CASTELFIORENTINO CITTA' EDUCATIVA


Castelfiorentino da giugno 2007 è membro dell'Associazione Internazionale delle Città Educative, la cui Segreteria ha sede a Barcellona (Spagna).

Questa A.I.C.E. associa oltre centocinquanta municipalità di dimensioni diverse, dislocate nei cinque continenti del globo terrestre, che hanno scelto di condividere una ricerca continua di strade che
- migliorino la qualità della vita delle persone, 
- incentivino lo spirito civico 
- sviluppino democrazia nelle moderne comunità interculturali.

Questa rete collega istituzioni e cittadini appartenenti a diverse zone del mondo che si stanno impegnando nel realizzare esperienze innovative e di grande portata culturale nel campo delle politiche educative.

Politiche ampie e di carattere trasversale che racchiudono ambiti e forme dell' educazione (formale, non formale ed informale) e sviluppano processi partecipativi inclusivi generando capacità di leggere e interpretare bisogni insieme ad un'efficacia determinata dalla qualità e dalla complementarietà degli interventi.

La Città Educativa è uno scambio di punti di vista e competenze, continuo e radicato nella società, che valorizza e forma professionalità, ma ancor di più suscita voglia di partecipare attivamente alla comunità e crea spazi decisionali condivisi tra molti.
Una politica educativa che migliora la Politica stessa e tutti gli attori che decidono di prendervi parte.

L'obiettivo comune che scaturisce da questo lavoro "in progress" è la promozione del Benessere dell'intera comunità, ma come riuscirci?
La strada individuata si può riassumere così: "creare percorsi di continuità educativa (dall'infanzia all'età adulta) che promuovano e sostengano la Partecipazione diretta e responsabile di qualsiasi individuo in ogni contesto, affinché si formi un cittadino attivo, solidale, (e) capace di determinare valide scelte individuali e collettive, nel confronto democratico con le persone e con le istituzioni, per il buon governo di un territorio e quindi anche della propria vita".

A gennaio 2008 viene siglato il Protocollo d'Intesa del Tavolo Minori che impegna formalmente tutti gli enti firmatari (Amministrazione Comunale, Scuole, ASL in primis e con gradualità Agenzie di Educazione non formale ed informale e la società civile in tutte le sue forme) in questa nuova missione e stabilisce l'integrazione delle diverse forme di apprendimento (educazione formale, non formale ed informale) lungo tutto l'arco della vita (Lifelong Learning), in linea con i principi della Legge regionale 32/2002 e realizzando in concreto il suo Piano attuativo (PIGI).

Tale protocollo impegna formalmente gli enti firmatari e sancisce la funzione educante che può svolgere tutta la città, nelle sue diverse articolazioni (istituzioni, organizzazioni del Terzo Settore, attività commerciali, imprese artigiane, associazioni sportive e di volontariato, ecc.), promuovendo il rafforzamento della rete tra le istituzioni e i soggetti attivi e sensibili del territorio.
La rete è parola assai diffusa ma forse non fino in fondo esplorata, perché molto complessa da creare e assai più difficile da far funzionare, non si immagini addirittura da far allargare.

A questo aspetto il particolare si dedica il servizio C.I.A.F. che è anche Segreteria comunale di Castelfiorentino Città Educativa.

Per saperne di più consulta i documenti in allegato!