Home
Venerdì 3 Luglio 2020 ore 22:35  
i servizi>cosa fare in caso di..>adozioni
Torna alla pagina precedente Immagine decorativa
ADOZIONI
immagine




Affidamento familiare


L'affidamento familiare è un aiuto che viene offerto al minore la cui famiglia vive una situazione di difficoltà. Prevede l'accoglienza temporanea di un bambino o di un ragazzo per il tempo necessario affinché la sua famiglia possa risolvere i propri problemi.

L'affidamento familiare è temporaneo e il suo obiettivo è il rientro del minore nella sua famiglia.

L'affidamento familiare è disciplinato dalla legge n. 184/1983, modificata dalla legge n. 149/2001, "Diritto del minore ad una famiglia".

Le caratteristiche

Temporaneità: l'affidamento può essere disposto per periodi brevi, medi o lunghi, in base alle esigenze del minore, alle caratteristiche delle relazioni familiari e alle motivazioni che lo hanno determinato. In ogni caso non può avere una durata superiore a 24 mesi e può essere prorogato soltanto con l'intervento del Tribunale per i Minorenni, nel caso sia prematuro pensare al rientro del minore nella propria famiglia.

Mantenimento dei rapporti con la famiglia d'origine: rimangono per tutta la durata dell'affidamento e sono sostenuti dai Servizi sociali.

Rispetto delle origini del minore: accogliere un minore in affidamento vuol dire avere rispetto per la sua storia, le sue origini, la sua cultura di appartenenza.

Rientro del minore nel proprio nucleo familiare: è l'obiettivo dell'affidamento.

Chi può diventare affidatario

Possono diventare affidatari famiglie con o senza figli, coppie coniugate o conviventi, persone singole.
Non vengono richiesti requisiti specifici, né viene cercata la famiglia ideale: ogni famiglia ha le proprie caratteristiche che possono rispondere ai bisogni di "quel" bambino.

Accogliere un bambino in affido è un'occasione per contribuire alla sua crescita in un ambiente affettivamente protetto; è una disponibilità all'accoglienza concreta ed emotiva da parte degli affidatari, che percorrono un tratto di strada assieme al bambino, costruendo un legame che può restare nel tempo. Tutta la famiglia, figli compresi, è coinvolta nell'esperienza dell'affido.



icona aggiornamento
ultimo aggiornamento : 22/10/2016
icona informazioni
informazioni a cura di : Ufficio Relazioni con il Pubblico, U.R.P.
immagine contatti

Contatti

Per informazioni:
Il Centro Affidi "La cicogna"- Distretto socio-sanitario di Empoli, Via Rozzalupi 57
Tel. 0571/702793
centroaffidi@usl11.toscana.it

immagine normative

Normativa

legge n. 184/1983 artt. 4-5
icona documento allegato scarica l'allegato
immagine risorse

Risorse