Denuncia di morte

Queste informazioni riguardano i casi di: 
morte in abitazione;
morte in ospedale, clinica, casa di cura, ricovero, ecc.;
morte per incidente o per reato.
Valgono anche per la trascrizione dell'atto di morte da un altro comune o dall'estero.

I requisiti per poter fare la denuncia di morte sono i seguenti:
Nel caso di morte avvenuta in casa:
è necessario essere un familiare del defunto o un suo delegato con documento di identità valido.
In assenza di familiari è sufficiente essere una persona informata del decesso.
Nel caso di morte in ospedale, ricovero, ecc.:
il direttore dell'Istituto deve dare comunicazione scritta all'ufficio competente entro 24 ore dal decesso.
Nel caso di morte avvenuta per incidente o reato:
la denuncia spetta all'autorità che ha rilevato la morte.
Per la trascrizione dell'atto di morte all'estero:
a) se il defunto non era iscritto all'AIRE (Anagrafe Italiana Residenti all'Estero), è necessario essere un familiare in possesso di documenti che accertino la morte.
b) se il defunto era iscritto all'AIRE la trascrizione avviene d'ufficio tramite il Consolato.
La denuncia di morte si fa presso l'Ufficio Demografico presentando la seguente documentazione:
a) certificato necroscopico rilasciato dal medico necroscopico dell'Ufficio di Igiene Pubblica;
b) scheda ISTAT (Istituto Nazionale di Statistica) compilata dal medico di famiglia, per il rilascio dell'autorizzazione al seppellimento e al trasporto della salma;
c) in caso di decessi provocati da incidenti o reati occorre presentare il nulla osta al seppellimento rilasciato dalla Procura della Repubblica di Firenze.

Il procedimento si svolge in questo modo:
Per le morti avvenute in casa, in ospedale o a causa di incidenti o reati:
- l'Ufficiale di Stato Civile rilascia l'autorizzazione al seppellimento e al trasporto della salma e redige l'atto di morte;
- l'Ufficiale di Stato Civile comunica la morte all'anagrafe del comune di residenza, al casellario giudiziale e a tutti gli enti e uffici interessati (ad esempio l'INPS).
Per la trascrizione dell'atto di morte da un altro comune:
- l'atto trasmesso dal comune di morte viene ricevuto e trascritto;
- il decesso viene comunicato a tutti gli enti e uffici interessati.
Per la trascrizione dell'atto di morte dall'estero per defunti residenti o iscritti all'AIRE:
- l'atto di morte viene ricevuto da parte dell'autorità diplomatica italiana all'estero oppure viene presentato da un familiare del defunto;
- l'atto viene trascritto e viene data comunicazione della morte a tutti gli enti e uffici interessati. 
Per le denunce tutto avviene in maniera immediata.
Per le trascrizioni non è possibile stabilire con precisione il tempo necessario poichè dipende dagli altri enti coinvolti nel procedimento.
Per il rilascio dell'autorizzazione al trasporto il costo è di 16,00 euro di marca da bollo e 0,78 euro per diritti di ufficio.
NOTE:
Quasi tutte le denunce vengono fatte dalle imprese di pompe funebri, a cui si rivolgono spontaneamente i cittadini e le varie amministrazioni.
La visita del medico necroscopico può essere eseguita solo dopo 15 ore dalla morte, tranne in casi particolari.
Se nelle cause della morte si ravvisano segni o indizi che potrebbero dipendere anche da reato, l'ufficio lo segnala alla Procura della Repubblica per richiedere il nulla osta al seppellimento.

Contatti

Ufficio Demografico
Piazza del Popolo, 1
Tel. 0571/686360 
e-mail: anagrafe@comune.castelfiorentino.fi.it
Orario: Martedì 9.00-13.00 e 16.00-18.00 Mer/Gio/Ven/Sab 9.00-13.00. Lunedì chiuso.

Normativa

- Regolamento di Polizia Mortuaria
- Nuovo Regolamento di Stato Civile (D.P.R. 3/11/2000 n. 396)
- D.P.R. 10/09/1990, n. 285