Esumazione ordinaria dopo 10 anni

Dopo 10 anni dal seppelimento, le salme per le quali sia completato il processo di mineralizzazione vengono tolte da terra e i resti vengono trasferiti in un ossario comune (o singolo, se precedentemente acquistato dagli interessati). Il procedimento avviene d'ufficio.

Entro il mese di settembre di ogni anno, in caso di necessità, il Responsabile del Servizio di custodia cimiteriale procede alla stesura di una tabella recante l’indicazione delle esumazioni ordinarie da eseguire

Tale tabella viene esposta fuori dal cimitero interessato, pubblicata all’Albo on line del Comune e sul sito internet del Comune.

Delle operazioni è data comunicazione diretta e personale, all’intestatario della lampada votiva, se noto, oppure tramite ricerca dei parenti sui registri anagrafici oppure tramite accesso alle istanze di inumazione.

E' compito dei necrofori comunali valutare se un cadavere è o meno mineralizzato al momento della esumazione; all’uopo in caso di incertezza i necrofori comunali possono chiedere, al Responsabile dei Servizi Tecnico Manutentivi l’assistenza di competente personale della U.S.L.

I familiari possono richiedere la raccolta dei predetti resti in cassette di zinco da destinare ad altra sepoltura.

In mancanza di indicazioni da parte dei familiari i resti ossei sono sepolti nell'ossario comune.

Se il cadavere esumato non è in condizioni di completa mineralizzazione i resti mortali sono avviati per l'inumazione in campo comune previa apertura della cassa (il periodo di ulteriore inumazione è individuato in anni cinque).

A richiesta dei familiari è possibile l'addizione di sostanze biodegradanti. In tal caso non si potrà procedere a nuova esumazione se non siano decorsi almeno cinque anni dalla precedente. A richiesta dei familiari è ammesso anche il procedimento di avvio alla cremazione previo espletamento di tutte le formalità necessarie

Costi
Se la famiglia decide di collocare i resti mortali nel'ossario comune non c'è nessun costo, altrimenti la spesa dipende dall'acquisto dell'ossario, dalle spese contrattuali e dal costo dell'impresa funebre.

Normativa

- D.P.R. (Decreto del Presidente della Repubblica) n. 285 del 10/09/1990;
- Regolamento polizia mortuaria di Castelfiorentino approvato con Deliberazione C.C. 26/2016 e s.m.i. - art. 36.

Contatti

Servizi Tecnico-manutentivi
Tel. 0571 686384 oppure 0571 686303
dal lunedi al venerdi dalle 9.00 alle 13.00, martedi e giovedi anche dalle 14.30 alle 17.30

Custodi del Cimitero Comunale
Ufficio c/o il Cimitero del Capoluogo - Via O. Bacci
Tel. 057161635 - Cell. 3485650911 - 3485650909
dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 12.30, martedì e giovedì anche dalle 14.00 alle 16.30

 

 

 

NUOVI LINK

 

MODIFICA CONCESSIONE CIMITERIALE ai sensi dell’art. 80 comma 2 del Regolamento di Polizia mortuaria del comune di Castelfiorentino

 

I concessionari delle sepolture o i loro subentranti possono chiedere la modifica dei relativi contratti relativamente al numero dei cadaveri accoglibili nel loculo (garantendo nel sepolcro, la sepoltura fino a capienza);

Le spese di modifica contrattuale saranno a carico del richiedente.

Si osservano – relativamente agli aventi diritto alla sepoltura – le disposizioni di cui all’art . 30

 

RIFERIMENTI UFFICI:

Ufficio Servizi tecnico manutentivi tel. 0571/686384 oppure 0571/686303

Email : manutenzioni@comune.castelfiorentino.fi.it

dal lunedi al venerdi dalle 9.00 alle 13.00

martedi e giovedi anche dalle 14.30 alle 17.30

 

Custodi del Cimitero Comunale

Ufficio c/o il Cimitero del Capoluogo

Via O. Bacci Tel 057161635

cell. 3485650911 - 3485650909

dal lunedi al venerdi dalle 8.00 alle 12.30

martedi e giovedi anche dale 14.00 alle 16.30

 

 

 

 

ALLEGATO MODELLO :

ISTANZA MODIFICA CONCESSIONE CIMITERIALE