Seppellimento in terra

Per fare la richiesta il parente del defunto deve mettersi in contatto con i custodi del cimitero.
Di solito è l'impresa funebre incaricata dalla famiglia a comunicare ai custodi la data e l'ora del funerale.

Documentazione da presentare
Al personale incaricato del seppellimento devono essere consegnate l'autorizzazione per la sepoltura nel cimitero e l'autorizzazione al trasporto della salma rilasciate dall'ufficiale di Stato Civile.

Costo per il richiedente
Euro 220,00 per il servizio di inumazione.
E' a carico della famiglia del defunto il costo dell'arredo della tomba.

Note
La realizzazione di tombe in pietra o marmo è a carico della famiglia, che deve rivolgersi a un marmista o a un'impresa di pompe funebri.
Le fosse vengono realizzate in fila e in ordine cronologico nei quadri appositamente predisposti nei cimiteri. Non sono permesse collocazioni particolari.
Il seppellimento avviene con l'aiuto di mezzi meccanici.

Per ragioni organizzative, l'arrivo della salma al cimitero deve essere concordato con i custodi e comunque deve avvenire almento un'ora prima del termine dell'orario di lavoro (del mattino o del pomeriggio).

Il posto a terra viene rilasciato per un periodo di 10 anni. Dopo tale periodo si provvede d'ufficio alla esumazione della salma.

Altre informazioni relative al pagamento sono consultabili in allegato.

Contatti

Custodi del Cimitero Comunale
Ufficio c/o il Cimitero del Capoluogo - Via O. Bacci
Tel. 057161635 - Cell. 3485650911 - 3485650909
dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 12.30, martedì e giovedì anche dalle 14.00 alle 16.30

Normativa

- Regolamento polizia mortuaria di Castelfiorentino approvato con Deliberazione C.C. 26/2016 e s.m.i.

Art. 31 - Sepolture private ad inumazione
Le sepolture per inumazione si effettuano nel rispetto del Dpr 285/90 (artt 82 e ss ) e nel rispetto della vigente normativa regionale. Ogni cadavere destinato all'inumazione deve essere chiuso in cassa di legno ed essere sepolto in fossa separata dalle altre.
Nella medesima fossa può essere concessa la collocazione di non più di due cassette resti.
Le sepolture per inumazione hanno la durata di 10 anni dal giorno del seppellimento del cadavere (cosiddetto turno ordinario).
Alla scadenza della concessione, il Comune rientra nella disponibilità dell'area e provvede alla liberazione dei resti mortali ed al loro collocamento in ossario comune, sempreché il concessionario, o suoi aventi causa, non richieda una diversa sistemazione.